Festa della Mamma: Storia, Perchè si Festeggia, Regali

TELEGRAMMA E FIORI

Di: Redazione LetteraSenzaBusta02-06-2021

La festa della mamma è una ricorrenza laica molto sentita, in quanto dedicata a una delle persone più importanti nella vita di un figlio.

E' una giornata speciale “inventata” per ricordare l’alto significato della figura materna all’interno della famiglia e della società.

E’ una festa “mobile che - come la Pasqua e altre feste ricorrenti - cambia data di anno in anno; la cosa certa è che la festa della mamma si festeggia la seconda domenica del mese di maggio.

Questo accade dal 2000, da quando, cioè, il nostro Paese decise far corrispondere la ricorrenza di questa festa laica a un giorno festivo, permettendo, in tal modo, a gran parte delle mamme di avere un giorno libero da passare con la famiglia e i figli.

Festa della Mamma: le sue origini

La festa della mamma ha un’origine molto antica, ma è sempre stata celebrata in maggio.

Già in epoca pagana, al tempo dei Greci e dei Romani, veniva celebrato il culto delle divinità femminili e della fertilità, segnando il rapido passaggio dal gelido e bianco inverno alla colorata estate.

Tuttavia, per quanto celebrata in tutto il mondo, solo in alcuni Paesi (sebbene siano la maggioranza) cade a maggio.

Nel Regno Unito e in Irlanda, ad esempio, si celebra il Mothering Sunday tra marzo e aprile, nella quarta giornata di Quaresima.

In altri Paesi si preferisce far coincidere la Festa della mamma con la Festa della Donna, come Bulgaria, Romania, Albania e altri Stati dei Balcani; ma anche come il Vietnam, l’Uzbekistan, l’Azerbaigian e il Tagikistan.

In Russia la Festa della mamma si festeggia l’ultima domenica di novembre, mentre in Thailandia si preferisce celebrarla il 12 agosto, compleanno della regina madre Sirikit tutt’ora in carica.

Il mese di maggio è, invece, il prescelto per alcuni Stati tra cui Spagna, Portogallo e Lituania, che hanno scelto la prima domenica di maggio, mentre l’ultima domenica di maggio per Francia, Madagascar, Marocco e Svezia. Egitto, Bahrain, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Iraq e Kuwait (e tanti altri) fanno coincidere la Festa della Mamma con il primo giorno di Primavera.

Le origini della Festa della mamma si perdono negli Stati Uniti d’America nel lontano 1870, quando l'attivista americana Julia Ward Howe, infatti, propose di festeggiare il Mother's Day for Peace (giornata della mamma per la pace), una pausa di riflessione sui drammi della guerra.

Ma l'iniziativa non prese piede, e dobbiamo arrivare fino al 1908 quando Anna Jarvis celebrò la festa moderna Mother's Day (Giornata della madre) sotto forma di un memoriale in onore di sua madre, un'attivista a favore della pace.

La celebrazione di Jarvis si diffuse e divenne molto popolare, tanto che fu ufficializzata dal presidente Woodrow Wilson nel 1914, quando il Congresso deliberò di festeggiarla la seconda domenica di maggio, come espressione pubblica di amore e gratitudine per le madri.

Con il passare del tempo, molti altri Paesi introdussero anch'essi la ricorrenza.

Festa della Mamma in Italia

La festa della mamma in Italia è nata invece a metà degli anni cinquanta in due diverse occasioni, una legata a motivi di promozione commerciale e l'altra invece a motivi religiosi.

La prima risale al 1956 quando Raul Zaccari, senatore e sindaco di Bordighera, in collaborazione con Giacomo Pallanca, presidente dell'Ente Fiera del Fiore e della Pianta Ornamentale di Bordighera-Vallecrosia, volle celebrare la festa della mamma a Bordighera, al Teatro Zeni; successivamente la festa si svolse al Palazzo del Parco.

La seconda risale all'anno successivo, e ne fu protagonista don Otello Migliosi parroco di Tordibetto di Assisi, in Umbria, il 12 maggio 1957. L'idea di don Otello Migliosi fu quella di celebrare la mamma non tanto nella sua veste sociale o biologica ma nel suo forte valore religioso e cristiano.

Nel 1958 Raul Zaccari presentò al Senato della Repubblica un disegno di legge tendente a ottenere l'istituzione della festa della mamma; il dibattito fu piuttosto controverso e si prolungò fino all’anno successivo, fino a quando la festività non prese piede in tutta Italia e si decise poi di celebrarla la seconda domenica di maggio.

Cosa Regalare: Telegramma Floreale

La festa della mamma è la terza festa (subito dopo Natale e Pasqua) più celebrata nel mondo.

I fiori sono uno dei simboli della festa della mamma, rigorosamente rossi (rose, garofani, tulipani o azalee), e rappresentano sempre un regalo gradito da far recapitare a sorpresa a casa, di prima mattina, o da consegnare di persona insieme a un biglietto di auguri.

Nella prima ipotesi, Telegramma Floreale è il miglior servizio di consegna fiori a domicilio, ed è offerto da LetteraSenzaBusta.

Il servizio permette di far consegnare messaggi cartacei, insieme ai fiori preferiti dalla mamma  - veri e freschi -  direttamente online con spedizione e consegna gratuita 24 ore su 24, dal proprio pc, tablet o smartphone, senza uscire di casa o dall'ufficio e senza dover andare da un fioraio o in un negozio di fiori.

Da oggi niente più scuse: Telegramma Floreale e ...auguri mamma!

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

Iscriviti GRATIS a LetteraSenzaBusta

REGISTRATI ORA!