Possiamo davvero apporre la firma digitale con lo SPID? Sì, ma solo in certi casi

25 maggio 2022

Firma digitale

SPID e firma digitale: cosa sono e quale tra queste utilizzare per sottoscrivere un documento informatico

Lo SPID e la firma digitale sono due servizi informatici introdotti da qualche tempo allo scopo di semplificare il rapporto tra i cittadini e gli enti pubblici e privati.

Per alcune persone la differenza tra questi due sistemi è ovvia: uno è un'identità digitale che si attiva gratuitamente e l'altro è un'alternativa dal pieno valore legale alla firma autografa che, però, si può avere solo a pagamento. Attualmente, l'unica eccezione è la firma digitale gratuita introdotta di recente da Letterasenzabusta.

Forse, però, hai sentito parlare della possibilità di apporre la firma digitale anche tramite lo stesso SPID: come può essere? Si può davvero sottoscrivere un documento informatico tramite la semplice identità digitale?

Nel seguente articolo risponderemo a questa domanda, ma prima è opportuno spiegare più nel dettaglio quali sono le caratteristiche dello SPID e della firma digitale.

Lo SPID: l'identità digitale gratuita per tutti gli italiani

La sigla SPID sta per Sistema Pubblico di Identità Digitale e indica una tecnologia sviluppata per permettere ai cittadini di accedere ai servizi online di tutti quegli enti che hanno scelto di aderire a questo sistema. Questi ultimi sono per lo più Pubbliche Amministrazioni, ma tra di loro vi sono anche alcuni soggetti privati.

Lo SPID può essere richiesto da tutti i maggiorenni residenti in Italia in possesso di una carta d'identità valida e di tessera sanitaria e va attivato attraverso il sito web di uno dei tanti provider accreditati dall'AgID che forniscono questo servizio.

Con le credenziali SPID è possibile accedere a un sistema di autenticazione articolato su tre livelli:

  • SPID di primo livello - consiste nell'inserimento di un nome utente e di una password;
  • SPID di secondo livello - oltre ai dati sopra indicati, consiste nell'inserimento di un codice OTP (ovvero One Time Password) che viene generato sul momento e inviato via app o SMS;
  • SPID di terzo livello - è quello più sicuro e consiste nell'inserimento delle credenziali associato all'utilizzo di un sistema di identificazione fisico come, ad esempio, una smart card.

Nella maggior parte dei casi, l'attivazione dell'identità digitale è completamente gratuita, ma alcuni gestori richiedono il pagamento di una somma qualora l'utente decida di richiedere il riconoscimento tramite video identificazione con un operatore.

Nel caso specifico di Letterasenzabusta, i nostri clienti possono avere lo SPID gratuitamente anche scegliendo questa opzione.

Cos'è la firma digitale e come può essere ottenuta (anche gratuitamente)

La firma digitale, invece, non è altro che l'equivalente informatico di quella apposta nero su bianco su un comune foglio di carta. A proposito di questo servizio, però, è bene specificare un particolare: sono in tanti a utilizzare i termini 'firma digitale' e 'firma elettronica' come sinonimi, ma in realtà si tratta di due servizi differenti.

La seconda è una semplice modalità di sottoscrizione informatica che non prevede alcun sistema di autenticazione di colui che la appone. Insomma, si tratta di una tecnologia che non assicura pienamente l'identità di chi la utilizza.

La prima, invece, è un sistema che possiede tutte le caratteristiche necessarie per garantire una connessione univoca al firmatario e, pertanto, ha lo stesso valore legale di una firma autografa.

La firma digitale può essere richiesta sia dai cittadini che dalle imprese e viene attivata acquistandola sul sito di uno dei tanti gestori accreditati dall'AgID. In base al servizio scelto, chi la possiede può apporla mediante differenti modalità che prevedono l'utilizzo di hardware e software specifici.

In base a quest'ultima caratteristica si distinguono quattro tipi di sistemi di applicazione della firma digitale:

  • tramite key USB - l'utente riceve una chiavetta USB che contiene il certificato di firma e tutti i programmi necessari per sottoscrivere i documenti informatici;
  • tramite lettore di smart card - per utilizzare questo dispositivo è necessario installare dei software appositi sul proprio PC. Compiuta questa operazione, l'utente può firmare i documenti digitali collegando il lettore al computer e inserendo una smart card fornita dal gestore che contiene il certificato di firma;
  • tramite token USB - anche questo sistema prevede l'utilizzo di una chiavetta USB che contiene il certificato di firma, ma, al contrario del precedente, necessita l'installazione di software appositi;
  • tramite firma digitale remota - si tratta del sistema più comodo in quanto non necessità di alcun dispositivo aggiuntivo da collegare al PC. La firma digitale, infatti, viene apposta inserendo le proprie credenziali in abbinamento a una password usa e getta inviata via SMS dal gestore. Era considerato il sistema più costoso, ma in seguito al lancio di cheFirma! può essere finalmente attivato senza spendere un centesimo.

Firma digitale con SPID: quando puoi utilizzarla?

Non tutti sanno che lo SPID può essere utilizzato anche per firmare digitalmente i documenti elettronici. Tuttavia, è possibile farlo solo in casi ben specifici e per particolari file.

Mi spiego meglio: per poter firmare digitalmente con lo SPID è necessario che il provider dell'identità digitale consenta l'utilizzo di questo sistema e che il documento informatico che si desidera sottoscrivere sia predisposto per l'apposizione di questo tipo di sottoscrizione.

In altre parole, se vuoi sfruttare tale modalità dovrai prima assicurarti che sia consentita dall'ente che predispone il file che intendi firmare. In caso contrario, devi utilizzare la normale firma digitale.

In conclusione

In questo articolo abbiamo spiegato cosa sono lo SPID e la firma digitale e in quali situazioni puoi combinare questi due servizi sottoscrivendo i documenti informatici tramite l'identità digitale.

Questo sistema, attualmente, può essere applicato solo in determinate situazioni, mentre in tutti gli altri casi è necessario utilizzare la normale firma digitale. Tuttavia, possiamo immaginare che il processo di semplificazione dei servizi digitali proseguirà e, forse, in un futuro non troppo lontano saremo in grado di firmare qualunque tipo di documento informatico con il solo SPID.

In attesa di quel momento, se hai necessità di una firma digitale con pieno valore legale e vorresti ottenerla senza impegnarti con un costoso abbonamento, la soluzione ideale è cheFirma!, il servizio di Letterasenzabusta che puoi attivare gratuitamente e che non prevede alcun costo per il rinnovo del certificato.