CC o CCN? Ecco quali sono le opzioni valide per inviare una PEC a più destinatari

13 maggio 2022

Pec

Invio multiplo di e-mail: ecco le modalità da utilizzare e quelle valide anche per i messaggi di posta elettronica certificata

Ti è mai capitato di aver bisogno di inviare la stessa PEC a più destinatari?

Probabilmente, starai pensando che questa operazione non debba essere troppo difficile: d'altronde, ti sarà già capitato di compierla per le e-mail ordinarie, no? Forse, però, ti stai chiedendo se le stesse modalità utilizzate per l'invio multiplo di messaggi tramite posta elettronica tradizionale possono essere applicate anche alla PEC, ho indovinato?

Bene, allora sei nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti illustrerò quali metodi puoi utilizzare per inviare messaggi certificati a più destinatari (anche attraverso una casella PEC gratuita).

Inviare e-mail a più destinatari in copia conoscenza: di che si tratta?

CC: ti dice qualcosa questa sigla?

Se non ne hai mai sentito parlare, ti spiego brevemente di cosa si tratta.

CC sta per copia conoscenza ed è l'etichetta di uno dei campi opzionali che si possono compilare quando si scrive una e-mail. Al suo interno vanno inseriti gli indirizzi di posta elettronica di tutti coloro ai quali si desidera spedire il messaggio, in aggiunta a quello indicato come destinatario principale.

Se possiedi una certa esperienza nell'invio di e-mail, potresti chiederti: "Ma che bisogno c'è di una funzionalità simile? Posso indicare tutti gli indirizzi che voglio direttamente nel campo del destinatario principale, separandoli con un punto e virgola, no?".

Verissimo. Ma tra queste due modalità c'è una differenza.

Quando digiti vari indirizzi di posta elettronica nel campo del destinatario principale, significa che vuoi coinvolgere direttamente tutti coloro che riceveranno il messaggio. Se li inserisci nella casella CC, invece, stai comunicando questo: "Hey, questo messaggio non è diretto specificatamente a te. Intendo solo tenerti aggiornato su questa conversazione".

Non vuoi far sapere ai tuoi destinatari tutti gli indirizzi ai quali hai inviato la e-mail? Usa la copia conoscenza nascosta!

La copia conoscenza è molto utile in determinate situazioni, ma possiede un difetto: gli indirizzi digitati nel relativo campo, infatti, risultano visibili a tutti coloro che ricevono il messaggio.

A volte, questo non è un problema, ma cosa fare se si preferisce nascondere i destinatari alle persone che visualizzeranno la e-mail?

La soluzione è la copia conoscenza nascosta (CCN).

Si tratta di un sistema analogo alla CC, con una differenza: gli indirizzi dei destinatari indicati in CCN non sono visibili a nessun altro, a eccezione del mittente.

Nota bene: se l'intestazione dei campi da compilare durante la scrittura di un messaggio è in lingua inglese, allora al posto di CCN troverai BCC, che sta per blind carbon copy.

Inviare una PEC a più destinatari in CC e CCN: è una buona idea?

Adesso che abbiamo chiarito quali sono le modalità classiche mediante le quali è possibile inviare una e-mail tradizionale a più destinatari, è arrivato il momento di spiegare se queste si possono utilizzare anche con le PEC.

La CC è perfettamente compatibile con i messaggi di posta elettronica certificata, ma lo stesso non si può dire per la sua controparte. Devi sapere, infatti, che è sconsigliabile spedire un messaggio di posta elettronica certificata in CCN perché non avrebbe nessun valore legale.

Mi spiego meglio: come noto, la differenza tra le e-mail tradizionali e le PEC risiede nel fatto che queste ultime offrono le stesse garanzie di una raccomandata A/R. Il loro valore giuridico è legato alle ricevute di accettazione e di consegna che vengono prodotte dopo il loro invio.

Le comunicazioni che avvengono tramite CCN, però, non possono essere certificate in questo modo perché non vengono riconosciute dai sistemi di posta elettronica certificata a causa di motivi tecnici piuttosto complessi.

Per questo motivo, chi desidera inviare una PEC a più destinatari con pieno valore legale deve scegliere tra le due soluzioni indicate nel primo paragrafo:

  • digitare tutti gli indirizzi nel campo del destinatario principale, separati da un punto e virgola;
  • inserirli in CC.

In conclusione

Abbiamo illustrato quali modalità possono essere utilizzate per inviare una e-mail a più destinatari e quali, tra queste, sono valide anche per le PEC.

Tieni a mente ciò che ti ho spiegato nel paragrafo precedente: evita tassativamente di mandare e-mail certificate tramite CCN. In caso contrario la tua comunicazione non avrebbe alcun valore legale, al pari di quelle effettuate con la posta elettronica ordinaria.

Prima di salutarti ti svelo un segreto: a breve avrai la possibilità di inviare messaggi certificati a tutti i destinatari che desideri da una casella PEC gratuita. Infatti, sta per essere lanciata sul mercato SuperPEC, un'offerta esclusiva di Letterasenzabusta.

Vuoi saperne di più? Entra su questa pagina e **scopri come funziona SuperPEC!