Putiferio a Iglesias, impedito l’ingresso al cimitero a donna disabile

ULTIME NOTIZIE

Di: Redazione LetteraSenzaBusta10-01-2020

A Iglesias, nei giorni scorsi, ha avuto luogo uno spiacevole avvenimento, che ha coinvolto una donna disabile.

L’accadimento ha indignato l’opinione pubblica, che si è prontamente mobilitata denunciando la situazione, a dir poco intollerabile.

La protagonista della vicenda è Claudia Podda, 57 anni, che sin da piccola è costretta a muoversi su una sedia a rotelle.

La donna si era recata al cimitero di Iglesias di giovedì, uno dei due giorni di apertura, per portare i fiori sulla tomba del marito.

Tuttavia, la sua strada è stata vana.

Nonostante il giovedì fosse il giorno stabilito dal cimitero per consentire l’ingresso ai veicoli, il cancello era semichiuso e le ha impedito l’ingresso nella struttura.

La 57enne si è sentita umiliata e ha immediatamente chiesto spiegazioni agli addetti del cimitero, che non hanno voluto fornire ulteriori delucidazioni in merito.

L’assessore ai lavori pubblici, Vito Didaci, ha assicurato che sarà fatta chiarezza sulla vicenda, che ha scatenato l’indignazione dei cittadini di Iglesias.

E non è tutto!

L’amministrazione del cimitero di Iglesias, infatti, non è carente soltanto negli ambiti organizzativi.

Buche, avvallamenti, ostacoli improvvisi, infatti, caratterizzano i viali della struttura, mettendo in serio pericolo gli anziani e i disabili.

Le insidie del cimitero di Iglesias sono numerose e sono annunciate anche dai cartelli che il Comune ha fatto sistemare in diversi punti di via Cappuccini.

Per evitare i pericoli incombenti sia nella parte vecchia che in quella più nuova del cimitero, gli anziani e i disabili sono costretti a muoversi con i veicoli, in quanto i supporti come i deambulatori o le sedie a rotelle rischierebbero di ribaltarsi nei viali dissestati.

A proposito dei disagi, l’assessore ha dichiarato: “La nostra amministrazione sta cercando di rimediare, compatibilmente con le risorse e la carenza di personale."

Situazioni come queste sono assolutamente intollerabili!

Le amministrazioni comunali dovrebbero prevedere degli specifici piani anche per i disabili che desiderano fare visita ai propri defunti al cimitero.

Portare i fiori al proprio marito compianto dovrebbe essere un diritto di tutti, eppure in molti Comuni non sembra essere così.

Fortunatamente, esiste oggi un’alternativa per consegnare i fiori al cimitero, direttamente online, 24 ore su 24, dal proprio pc, smartphone o tablet.

L’alternativa si chiama TELEGRAMMA FLOREALE e la fornisce LetteraSenzaBusta!

LetteraSenzaBusta è l’Ufficio Postale N° 1 in Italia che ti permette di accedere a numerosi servizi.

Se ti collegherai al sito di LetteraSenzaBusta e scaricherai l’APP LetteraSenzaBusta, potrai spedire uno splendido mazzo di fiori veri e freschi, senza spostarti da casa.

 

==> CLICCA QUI per inviare un TELEGRAMMA FLOREALE

 

Il servizio Telegramma Floreale è l'unico che fornisce il Tracking Online e che ti comunica in tempo reale l'avvenuta consegna del mazzo di fiori scelto, grazie all'esclusivo Avviso di Consegna Floreale, con consegna fiori a domicilio in giornata in tutta Italia per gli ordini conclusi entro le ore 12.00 dal lunedì al sabato.

Vuoi spedire dei fiori? Nessun problema!

Con LetteraSenzaBusta il servizio è online!

 

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

Iscriviti GRATIS a LetteraSenzaBusta

REGISTRATI ORA!